3 Marzo 2020

Audi sceglie la plastica riciclata per “vestire” la sua A3. La nuova versione della vettura, che sarà presentata nei prossimi giorni al Salone di Ginevra, disporrà infatti di tessuti interni quasi interamente realizzati (fino all’89%) a partire da bottiglie in resina termoplastica riutilizzate e trasformate in filato mediante un processo raffinato. L’innovativa tecnica implementata dalla casa automobilistica tedesca permette di riciclare fino a 45 bottiglie di plastica da 1,5 litri per le sedute, mentre altre 62 bottiglie in PET sono destinate alla moquette.

Anche gli inserti insonorizzanti e di smorzamento delle vibrazioni, i tappetini e le superfici laterali del bagagliaio della sono realizzati partendo da materiali di recupero, ma lo sforzo di Audi verso la sostenibilità non si ferma qui. “L’orizzonte vicino è produrre i rivestimenti con riciclati puri, destinati a un ulteriore riutilizzo così da dare vita a un circolo virtuoso – afferma Ute Grönheim, responsabile per lo sviluppo dei materiali tessili di Audi AG – Ma non siamo lontani da un obiettivo formidabile che ci siamo posti qualche anno fa: i rivestimenti tessili di tutte le gamme Audi dovranno essere interamente realizzati in materiali riciclati”.