19 marzo 2019

Da Rimini a Venezia a bordo di una barca realizzata con bottiglie di plastica per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’emergenza che sta colpendo i nostri mari. Questa la missione di “Mal di Plastica”, progetto lanciato da tre cittadini riminesi soci dell’Associazione Tormentina-APS: Stefano Favaretto, conduttore radio, il fratello Piero, agente della polizia municipale e velista, Stefano Rossini, giornalista e scrittore.

Per raccogliere la plastica necessaria a realizzare l’imbarcazione, gli ideatori dell’iniziativa verranno aiutati da una trentina di classi delle scuole primarie di Rimini. Quindi, in estate, la partenza per Venezia: navigazione lenta e non lontana dalla costa per permettere a sostenitori e associazioni di avvicinarsi più facilmente, anche a nuoto. A spingere la barca nei quattro giorni  (previsti) di viaggio saranno una vela, un motore elettrico alimentato da batterie ricaricate da pannelli solari e un sistema a pedali.

L’intero progetto verrà filmato e quindi inserito in un documentario con l’obiettivo di sensibilizzare sull’utilizzo della plastica usa e getta, sul consumo di bottiglie di plastica (in Italia il consumo pro capite è uno dei più alti a livello mondiale) e sulla dispersione dei rifiuti plastici in mare.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Rimini, dala Regione Emilia Romagna e da Legambiente Emilia Romagna e Veneto.