27 Febbraio 2020

Le strade in plastica riciclata diventano realtà anche in Italia. E riescono a risolvere perfino l’annoso problema delle buche. Succede a Roma, sulla via Ardeatina, dove è stato realizzato il primo tratto al mondo con un supermodificante in grafene e plastica riciclata: il composto si chiama Gipave ed è stato messo a punto da Iterchimica in collaborazione con Directa Plus, G.Eco (Gruppo A2a) e l’Università Bicocca di Milano.

Il nuovo additivo è in grado di salvaguardare l’asfalto dalle buche, rendendolo più resistente (fino al 250%) ed impermeabile allo smog e al ghiaccio. C’è di più, perché le strade costruite con il Gipave sono riciclabili al 100%, dunque, permettono di limitare l’estrazione di nuovi materiali e ridurre l’impiego di bitume di primo utilizzo.

Dalle macchine agli aerei: viste le ottime performance sul manto stradale, il Gipave è stato utilizzato anche per costruire una pista dell’aeroporto di Fiumicino, dove sta dimostrando la sua altissima resistenza in situazioni di grande stress.