26 Agosto 2019

Tante iniziative contro l’inquinamento da plastica in questa estate 2019. Una delle più simpatiche e riuscite nasce dall’idea di due ragazze toscane di 16 anni, Nicoletta Cacciò e Sara Bordò, che hanno dato vita al contest “Prendilo col retino”: chi noleggia il pedalò al bagno Tritone di Marina di Pisa viene “dotato” di un retino che può usare durante l’uscita in mare per raccogliere la plastica. Ai migliori “pescatori” un buono per una consumazione al bar del bagno.

Un gioco innovativo nato casualmente: Nicoletta, figlia dei proprietari del bagno Tritone, era in pedalò con degli amici e si è messa a raccogliere a mani nude la plastica che incontrava lungo il tragitto. Un po’ alla volta si sono uniti alla “pesca” anche i suoi amici, che insieme hanno tirato fuori dall’acqua due buste piene di plastica. T\ornati a riva, i ragazzi hanno mostrato quanto raccolto ai bagnini e ai genitori di Nicoletta, che a quel punto ha avuto l’illuminazione e ha deciso di coinvolgere in una seconda “missione” in pedalò la sua migliore amica Sara.

“Ma questa volta con dei retini”, ha raccontato la ragazza. E così è nata “Prendila col retino”, un’iniziativa semplice, efficace e virale, dato che foto e video postate dalle due amiche hanno avuto grande successo sui social, diventando un simbolo dell’impegno dei più giovani in tema di tutela dell’ambiente.